Buongiorno Notte – gli astri tra scienza, musica e poesia

Buongiorno Notte - gli astri tra scienza, musica e poesia[Redazione Ondecorte]

Sirio Sardegna Teatro, Martedì 20 Agosto alle ore 21.00 con il patrocinio del Comune di Quartu Sant’Elena, nell’ambito della manifestazione “Quartu colora l’estate 2013”, presenta “Buongiorno Notte, gli astri tra scienza, musica e poesia”. Uno spettacolo ideato diretto e interpretato da Gisella Vacca.
pianoforte e arrangiamenti Nicola Meloni, con la partecipazione dell’astrofisico Manuel Floris. Alla regia del suono Giorgia Mascia, alle luci Paolo Sprega. Organizzazione a cura di Sirio Sardegna Teatro.

Un recital che sposa i versi e i canti, che poeti e musicisti noti e meno noti hanno dedicato agli astri, al tempo, alla vita, con gli interventi di un astrofisico, che, con l’aiuto di proiezioni, racconta il rapporto dell’uomo con gli astri e l’universo, dalle origini ai nostri giorni. Dopo lo spettacolo, condizioni meteo permettendo, ci sarà l’osservazione guidata del cielo al telescopio. Ingresso libero.

Note di sala
La ricerca accomuna gli artisti e gli scienziati. Con strumenti, visioni e punti di vista differenti, gli scienziati si pongono domande e non danno risposte che non possano verificare rigorosamente, gli artisti danno risposte all’anima o pongono domande che rimangono sospese oppure si frammentano in ulteriori dubbi.
Insieme in uno spettacolo, artisti e scienziati accarezzano curiosità e dubbi, mostrando l’immensità inarrivabile dell’universo e quella di artisti immortali. Forse le domande e le risposte, e i dubbi, non coincidono, ma lo stupore davanti a una fotografia del cielo e ai miliardi di galassie che circondano questa nostra mai abbastanza rispettata terra come una corona di diamanti e pietre preziosissime che la ornano, è lo stesso. Scienziati o artisti, uomini e donne, siamo ancora capaci di provare meraviglia, quando non una vera e propria sindrome di Stendhal, davanti alla Bellezza, che si tratti dell’universo, che ci fa sentire tanto piccoli, che si tratti di poesia, di musica, di arte, che ci fanno sentire tanto grandi. G. V.

Notizie sui protagonisti

GISELLA VACCA
cantante di natura versatile, attrice di teatro e di cinema, regista teatrale, autrice, studia Canto da soprano con la Signora Lucia Cappellino e col M° Roberto Coviello, ottenendo la laurea di II livello presso il Conservatorio Pier Luigi da Palestrina di Cagliari, dove consegue anche la laurea di II livello della Scuola di Didattica della Musica. Contemporaneamente si forma attraverso stages nazionali e internazionali diretti da importanti attori e registi, tra cui Elio de Capitani, Gabriele Vacis, Claudio Morganti, Remondi e Caporossi, Jean-Paul Denizon, Tapa Sudana e Theodoros Terzopoulos. Inizia l’attività di attrice con Il crogiuolo di Cagliari sotto la direzione di Luca Coppola e Mario Faticoni. È attrice, regista e autrice degli spettacoli allestiti per la stessa compagnia, e per il gruppo delle Maschere Nere, da lei fondato e diretto dal 1991 al 1997. Partecipa come attrice radiofonica a numerose trasmissioni per Radiotre Rai e Radio Rai International. Collabora come attrice e cantante-attrice con il Teatro di Sardegna, diretta dai registi Theodoros Terzopoulos, Guido de Monticelli e Giacomo Colli, e con la Cooperativa Sirio Sardegna Teatro (di cui è attualmente presidente), diretta da Marco Gagliardo. Recita in alcune produzioni cinematografiche dirette dai registi sardi Piero Sanna, (La destinazione) Enrico Pau (Jimmi della collina), Simone Contu (Treulababbu – Le ragioni dei bambini), Paolo Carboni (Preda), Marco Gallus (Fratelli). Collabora come narratrice col Teatro Lirico di Cagliari. È autrice e interprete di recitals che sposano canto e poesia e che esplorano in chiave colta la musica e la poesia della Sardegna (Recital Bilingue), del Mondo Mediterraneo (Anda Jaleo e Lune Mediterranee) e del Sud del Mondo (Identità Negate e Se dai miei versi strappi le rose), per procedere, attualmente, verso una produzione con creazioni originali (Che l’amore è tutto e Perduta da una cicogna stravagante). Svolge una propria ricerca focalizzata, da un lato, su tematiche legate alla Sardegna, all’universo di riti filtrato attraverso i ricordi d’infanzia e adolescenza, vissute in un piccolo paese della Barbagia, e dall’altro lato al teatro con forti motivazioni sociali, ricerca culminata con la messa in scena di alcuni spettacoli a carattere antropologico per il gruppo delle Maschere Nere, e di due spettacoli interpretati dai detenuti del carcere minorile sardo. Tra il 2006 e il 2007 vive un’intensa esperienza artistica in Catalogna, promuovendo i propri recitals e dirigendo per il Gall (Grup Actors del Lluçanès) Viatge a la Cala de la Lluna, traduzione e adattamento in lingua catalana di un suo testo originale. Dal 1992 lavora per Scuole, Comuni ed Enti di Formazione come conduttrice di laboratori di Teatro, Drammatizzazione, Musica e Canto; ha collaborato con il Conservatorio di Musica di Cagliari in qualità di insegnante nel corso di Propedeutica della Musica ed è, attualmente, docente di canto moderno presso la Scuola Civica di Musica di Cagliari. Ha ideato e dirige il festival internazionale Terre Sorelle – l’Accoglienza si fa Musica e Poesia.

NICOLA MELONI
musicista eclettico, aperto a esperienze eterogenee, studia pianoforte jazz al Conservatorio di Torino. È fondatore, chitarrista, tastierista e autore dei Misbelieving, progetto alternative metal da cui scaturisce, nel 2005, l’EP Dawn’s Silent Grace. Tra il 2006 e il 2009 è pianista dei Keltaloth, formazione guidata dall’organettista Ivan Pili, che propone una commistione tra musica celtica, influenze popolari irlandesi e world music. Nello stesso periodo, partecipa alla fondazione del Trio Antagonista, divenuto in seguito Antagonista quintet, con Marco Antagonista e Andrea Congia, gruppo dedito a un rock psichedelico strumentale, concentrato soprattutto nell’attività teatrale. Durante la permanenza nel Quintet, porta in scena le opere rock Il Segugio, la Notte e l’Inferno Terrestre (di Andrea Congia) e L’Ultimo Mamuthone (di Gianluca Medas); di quest’ultima è coautore delle musiche di scena. Dal 2010 collabora come turnista, presso il Green Studio ed è tastierista in numerosi progetti live. Nel settembre del 2010 è chitarrista per la clinic di basso moderno tenuta a Cagliari da Daniele Bagni (Litfiba). Sempre nel 2010, fonda con i membri dei Misbelieving, un nuovo progetto di musica originale, i Dedalus In Bloom, di cui è chitarrista, tastierista, arrangiatore e autore di tutte le musiche: una miscela di metal, progressive, musica elettronica, con influenze classiche e jazz. Nel 2011 compone e realizza la colonna sonora per il video Un Amore Corrisposto, di Marco Duò e Andrea Lotta. L’incontro con Gisella Vacca, con cui porta attualmente in scena i recitals Identità negate e Che l’amore è tutto, segna un’ulteriore esperienza tra le possibilità musicali insite nella teatralità e, più in particolare, nella commistione tra poesia, teatro e musica, intesa nella sua più vasta accezione per spaziare attraverso differenti stili.

MANUEL FLORIS
Dopo il diploma al liceo scientifico, frequentato a Nuoro, si laurea in fisica con il massimo dei voti all’Università di Cagliari, con una tesi in astrofisica; affina poi le proprie competenze, frequentando la Scuola Nazionale di Astrofisica.
Fino al 2012 è Ricercatore presso il gruppo Energie Rinnovabili del CRS4, dove ha ricoperto anche l’incarico di esperto di astrofisica per il progetto di divulgazione scientifica MOSKA (Mobile Organized Knowledge Access for Science). Dal 2012 è consulente sull’irraggiamento solare per varie società, tra cui Ottana Energia S.p.a e Energogreeen Renewables S. R. L..
Compie opera di divulgazione astrofisica in vari istituti superiori della Sardegna, dove spesso insegna anche fisica, matematica ed elettronica.

Evento su facebook

Commenti

commenti

Autore: OndeCorte

Condividi su