Cagliari Film Festival

10394634_793500824028254_8480309913405230932_n

[Redazione]

Cagliari Film Festival spazia tra film e documentari che raccontano il nostro tempo, partendo da alcune realtà locali legate a personaggi e storie della Sardegna ed estendendosi a visioni del mondo. La programmazione, ripercorre eventi trascorsi e contemporanei sia politico-civili sia strettamente privati in un intreccio difficile da sciogliere.
Ponendo al centro la messa in luce di autrici e autori emergenti di sicuro valore come Valentina Zucco Pedicini, Andrea Mura e Chiara Andrich con Giovanni Pellegrini, Francesca Balbo e Fred Kuwornu. O come Valeria Patanè insegnante e operatrice culturale di lunga esperienza e Sergio Naitza critico cinematografico che hanno realizzato negli ultimi anni preziosi documentari volti al recupero della memoria storica.
La programmazione prevede anche opere, di registe affermate come Costanza Quatriglio e di Ken Loach, uno degli autori più amati a livello internazionale per la sua attenzione al mondo degli emigrati, dei lavoratori e dei clandestini: con i suoi film storico-documentaristici ha cercato di costruire verità condivise.

Molte delle opere sono di produzioni e distribuzioni indipendenti, e la rassegna Cagliari Film Festival si propone infatti di favorire la loro fruizione e la creazione di nuovi spazi per la loro circuitazione.

La Manifestazione è ideata da Alessandra Piras.
I testi sono curati da Luisa Marongiu.

L’organizzazione è di Vox Day in coproduzione con
l’Associazione Culturale Tina Modotti Circolo del Cinema Ficc, a cui vanno i nostri più sentiti ringraziamenti.

INGRESSO: 3 euro
————————–————————–——————–
Calendario proiezioni.

MARTEDI’ 15 LUGLIO
Dal Profondo (2013) di Valentina Zucco Pedicini.
La vicenda personale e familiare di Patrizia unica minatrice (sarda) in Italia capace di assurgere a modello della storia mineraria declinata al femminile.
Premiata al Festival Internazionale del Film di Roma 2013.

GIOVEDI’ 17 LUGLIO
18 Ius Soli (2012) di Fred Kuwornu.
18 Storie di ragazze e ragazzi nati e cresciuti in Italia ma con origini straniere, per ottenere la cittadinanza italiana devono sottoporsi a un iter burocratico lungo e complesso che non sempre termina con esiti positivi.

MARTEDI’ 22 LUGLIO
Zuddas alias Resy (2014) di Valeria Patanè.
Girato in Sardegna e in Spagna nel 2013 ripercorre alcune tappe cruciali della vita di Giuseppe Zuddas che nel 1936 accorse con altri antifascisti italiani nelle milizie di Giustizia e Libertà in soccorso della Repubblica Spagnola.
-Alla proiezione partecipa la regista.

GIOVEDI’ 24 LUGLIO
L’insolito ignoto. Vita acrobatica di Tiberio Murgia (2012),di Sergio Naitza.
Tiberio Murgia, sardo di Oristano, attore di cinema e teatro, ha attraversato un pezzo di storia del cinema italiano, indossando la maschera del siculo geloso e sciupafemmine.
-Alla proiezione partecipa il regista.

MARTEDI’ 29 LUGLIO
La memoria del mare/ Ladiri/ Cantieri culturali (2013),di Andrea Mura.
La memoria del mare racconta il passato e il presente della pesca in Sicilia, raccontati seguendo le giornate dei fratelli Castro e dei pescatori di Terrasini.
Ladiri è un racconto sulle costruzioni in terra cruda tra tecniche e memoria
Cantieri Culturali racconto surreale sui Cantieri Zisa a Palermo.
-Alla proiezione partecipa il regista.

DOMENICA 3 AGOSTO
Cadenas (2012) di Francesca Balbo.
Introduce Luciano Marrocu
Un treno senza tempo corre tra la Trexenta, il Campidano e il Gennargentu,il cui passaggio è salutato dalle guarda-barriere. Il film racconta la loro vita, il loro lavoro, circondate da una natura immobile.

GIOVEDI’ 7 AGOSTO
Bring the sun Home (2013) di Chiara Andrich e Giovanni Pellegrini.
Racconta la storia del viaggio di alcune donne che dal Sud America giungeranno in India, dove impareranno a installare pannelli solari per portare l’energia nei propri villaggi senza luce. Presentato al festival di Locarno.
-Alla proiezione partecipa la regista.

DOMENICA 10 AGOSTO
Que viva Tina! (1997)Di Silvano Castano.
Un documentario che ripercorre la vicenda umana e artistica di Tina Modotti., straordinaria e complessa come poche altre: da fotografa di impegno civile a rivoluzionaria degli anni Trenta tra il Messico, Mosca, la Spagna della guerra civile.

MARTEDI’ 12 AGOSTO
Terra e Libertà (1995)di Ken Loach.
Spagna 1936.La guerra civile e la mobilitazione internazionale. La passione politica e civile in un film bello ed emozionante che racconta sogni e ideali di chi ha combattuto contro il regime franchista.

GIOVEDI 14 AGOSTO
Bread and Roses (2000), di Ken Loach.
Il film racconta di Maya che lascia clandestinamente il Messico e si stabilisce a Los Angeles per cercare lavoro. Prenderà ben presto coscienza dello sfruttamento dei lavoratori immigrati

MARTEDI’ 19 AGOSTO
Terramatta ( 2012) di Costanza Quatriglio.
Il film è stato definito “un affresco potente che unisce in un unico abbraccio una storia oscura e individuale alla storia di tutti noi” Poiché scrivendo la propria autobiografia l’analfabeta siciliano Vincenzo Rabito emoziona e commuove.

GIOVEDI’ 21 AGOSTO
Era meglio domani (2012) di Hinde Boujemaa.
Il film racconta la rivoluzione tunisina seguendo la vita di una donna senza fissa dimora per le strade di Tunisi. Presentato fuori concorso al Festival di Venezia.

MARTEDI’ 26 AGOSTO
Qui e là (2012) di Antonio Mendez.
Opera prima di grande vigore e verità racconta la storia di Pedro che torna a casa in un piccolo villaggio di montagna a Guerrero,in Messico dopo aver lavorato per anni negli Stati Uniti. Il film ha vinto il premio Settimana della Critica Festival di Cannes 2012.

GIOVEDI’ 28 AGOSTO
Muffa (2012) di Aly Aydin.
Opera d’esordio di un giovane cineasta turco di grande compattezza visiva, densa e emozionante. Premio Opera Prima alla Mostra Internazionale di Venezia nel 2012.
————————–————————–——————–

 

Info & contatti:
– Alessandra Piras
– Luisa Marongiu
– Serenella Massacci
– Vox Day

Commenti

commenti

Autore: OndeCorte

Condividi su