Dall’inizio del mio tempo

Myo a parole

[Sara Myo]

dall’inizio del mio tempo
lentamente mi districo
e il mio agonizzante srotolarmi
il mio furbo fuggire
per baciare l’azzuro del cielo
(perché io, io sono gabbiano di mare
non educato alla folla)
ora

proprio ora

che mi ritrovo albero
ora lo comprendo:
è nel mio legarmi
alla terra sgretolata
che io posso volare
restando finalmente
ferma in me stessa

e districo
e districo
radici e rami
speculari
il denso e il disfatto
l’opaco e il liquido
io posso essere
altro da me
essendo solo
e me stesso.

La pagina di Sara MyoMyo a parole

Commenti

commenti

Autore: OndeCorte

Condividi su