Festival Spaziomusica

[Redazione]

Penultimo appuntamento al Teatro Massimo di Cagliari per la trentottesima edizione del Festival Spaziomusica, la rassegna dedicata alla musica di ricerca e di improvvisazione, acustica ed elettronica e alle sue immediate derivazioni.

Domenica 27 ottobre alle 21 nella sala M3 riflettori sul progetto “Poesia / Voce / Suono”, che vedrà impegnati Sebastiano Pilosu, Massimo Somaglino (voci recitanti) e Stefano Cocco, Andrea Deidda, Sandro Mungianu, Andrea Toffolini e Vittorio Vella (musica e proiezione dei suoni).

L’evento rimarca la collaborazione tra Delta Produzioni Associazione Culturale e l’Associazione Spaziomusica, due realtà culturali attive in ambito organizzativo da decenni, con attività legate alla musica di ricerca. Per l’occasione sono coinvolti artisti delle regioni Friuli Venezia-Giulia e Sardegna con la finalità di mettere a confronto i suoni delle due lingue minoritarie attraverso l’ascolto di testi poetici. Il materiale sonoro è stato mescolato ed elaborato al fine di utilizzare il suono specifico delle due lingue oltre il suo significato strettamente verbale. Sul palcoscenico saranno presenti attori che, attraverso letture poetiche forniranno il materiale sonoro da elaborare attraverso complessi sistemi di analisi e gestione dello stesso. L’ascolto del materiale musicale è proposto al pubblico attraverso un sofisticato sistema di spazializzazione del suono.

Mercoledì 6 novembre il festival vivrà la sua coda finale (sala M3 – Teatro Massimo) con un doppio appuntamento (alle 21 e alle 22) con Tsuono, performance sonoro-musicale interattiva per oggetti sonori e pubblico partecipante, progetto di Alessandra SeggiFrancesca Romana Motzo e Stefania Anna Russo (evento gratuito su prenotazione). Il festival si inserisce nelle attività più ampie di 10 nodi, la rete dei festival d’autunno a Cagliari, nata cinque anni fa per lasciare tracce, edificare luoghi, per costruire l’occasione di un confronto sui nuovi linguaggi artistici, come spazio comune di ospitalità della scena internazionale, co-produzioni originali, contesto crocevia di sperimentazione.

Spaziomusica è realizzato con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna, (Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport, Assessorato del turismo, artigianato e commercio) e del Comune di Cagliari, (Assessorato alla Cultura, Pubblica Istruzione, Sport, Spettacolo e Politiche Giovanili) in collaborazione con il Conservatorio Statale di Musica Giovanni Pierluigi da Palestrina di CagliariL’ingresso a tutti gli appuntamenti della manifestazione è gratuito.

IL FESTIVAL – L’attività di Spaziomusica, festival attivo nella scena sarda da quattro decenni, intende continuare la sua esplorazione nel campo del sonoro contemporaneo. Esplorazione che a partire dal segno della musica scritta e dal suono di quella improvvisata si allarga fino al risonante ad include il paesaggio sonoro di oggi generando una visione fantastica del nostro abitare il mondo. Questa visione si mostra nelle nuove produzioni musicali, nei laboratori e nelle attività didattiche e viene tematizzata nei suoi convegni e seminari. Non mancano i riferimenti alle particolarità sonore della Sardegna legate sia alla lingua che al paesaggio naturale esplorate in progetti specifici. L’attività dell’anno 2018 prevede la realizzazione di produzioni originali che si propongono di esplorare il campo della musica d’avanguardia e le sue innumerevoli derivazioni. Escursioni multimediali, ma anche escursioni che più profondamente sconfinano e interagiscano con altri linguaggi espressivi, come ilmovimento corporeo e la gestualità, la perizia solista, il mondo delle immagini.

Commenti

commenti

Autore: OndeCorte

Condividi su