Gianna. Lei era mia sorella

[Redazione]

Sabato 11 novembre alle ore 18.00 a Cagliari nella Comunità Franca Ongaro Basaglia in Piazza San Giacomo n°7 prosegue progetto di promozione della lettura che intende avvicinare il mondo della salute mentale al resto della società “SquiLibri in Comunità”. Sergio Melis dell’ASARP dialoga con Carmen Salis, autrice di Gianna. Lei era mia sorella.

Questo romanzo breve, autobiografico e malinconico, è un grido di dolore, una protesta contro chi ha il potere di migliorare la salute di coloro che l’hanno persa o di coloro che non l’hanno mai avuta. Una protesta contro chi non sempre ascolta i familiari dei pazienti e contro chi vede nei malati solo delle cavie per esperimenti. Carmen Salis ci stupisce con l’altra sé. Gianna era sua sorella, Gianna non è stata fortunata, era bipolare, dunque soggetta a sbalzi repentini d’umore. Carmen Salis racconta “Gianna” con un’introspezione narrativa fuori dal comune e permette al lettore di pensare alle proprie dinamiche familiari, a come solo da adulti si impara a perdonare se stessi, fratelli e genitori, anche attraverso la rabbia e la solitudine. Ci porta in un mondo dove i pregiudizi fanno spazio alla verità di eventi e intenti.

Organizza l’ASARP (associazione sarda per l’attuazione della riforma psichiatrica) con la cooperativa sociale ASARP UNO, la cooperativa sociale Il Giardino di Clara – Studio editoriale Typos, Radio Onde Corte (la prima radio della salute mentale in Sardegna) l’associazione EFYS Onlus e il Centro di Quartiere “La Bottega dei Sogni” e il Dipartimento di Salute Mentale ASSL di Cagliari.

Commenti

commenti

Autore: OndeCorte

Condividi su