Oltre la #Barilla c’è di più

#barilla[Silvia Jop]

in questi giorni ho assistito da bordo campo all’insorgere collettivo di tutte e tutti contro le esternazioni – davvero demenziali e irritanti – del signor #Barilla. ho pensato che questa volta fosse più interessante stare a guardare anzichè entrare nel merito.
ammetto di essermi stupita per tanto moto, per tanto movimento. mi son detta “pensa te, che roba bella, che così tanta gente – anche quella meno prevedibile – prende posizione pubblica su una questione che il più delle volte in questo paese sembra di nicchia.
insomma: a far famiglia è l’#amore. punto.
ed è assurdo nel 2013 trovarsi a dover fare i conti con una cultura reazionaria e anacronista che immagina la famiglia come un’istituzione formata da una mamma, un papà, una bambina e un bambino – oltretutto attorno a un tavolo -.

ora però, che vi siete scaldati tutti e tutte, mi aspetto che, con le maniche rotolate ai gomiti come si fa quando ci si deve impegnare in qualche cosa, insorgiate anche per il tipo di pubblicità che ho sintetizzato nell’immagine allegata a queste parole.
una pubblicità #sessista che continua a permettersi di usare la figura della #donna come uno strumento e come un oggetto e che, la maggiorparte delle volte, viene incastrata in un dispositivo che allude biricchinamente (…), a una forma di sottomissione e violenza più o meno velate.

ogni volta che una pubblicità di queste nasce, un pezzetto di voi e della vostra dignità schiatta perchè, nell’accettarla, vi rendete complici della cultura che l’ha partorita.

ora, smettiamo pure di mangiare pasta #Barilla, mangiamo pure solo bietoline e filetti di pesce, o se ci teniamo alla pasta, mangiamo pure quella della #Garofalo (che, son mica scemi quelli con le loro farfalle e i loro fusilli…), oppure mangiamo la #Setaro (che anche se cara come l’oro, se bona da morir), facciamo come vi pare… ma intanto, mentre ci riempiamo la pancia, vediamo di incazzarci (#uomini e #donne) in modo altrettanto determinato per le pubblicità che ci – a noi #Donne – violano a ogni paio di jeans, a ogni pacco di biscotti, a ogni profumo, a ogni trucco, a ogni agenzia di viaggio, a ogni grande magazzino, e chi più ne ha più ne metta.

diamoci da fare.

Commenti

commenti

Autore: OndeCorte

Condividi su