Scuola. Lila Cagliari organizza webinar per prevenire Hiv tra giovani

[Redazione]

La prevenzione dell’Hiv non si ferma neanche ai tempi del Covid-19: Lila Cagliari trasforma il progetto EducAids rivolto alle scuole in un’edizione online aperta a tutti gli istituti interessati. A partire da oggi, insegnanti e dirigenti scolastici possono contattare la Lega Italiana per la Lotta contro l’Aids per organizzare un webinar rivolto ai propri studenti delle scuole superiori, per affrontare una tematica di cui si parla poco ma ancora presente in tutto il mondo. EducAids Webinar è l’evoluzione del progetto EducAids nato nel 2010 che ha coinvolto oltre 10mila studenti della Sardegna.

“Neanche in un periodo inverosimile come quello che stiamo vivendo – ha spiegato Brunella Mocci, presidente di Lila Cagliari – possiamo permetterci di abbassare la guardia su Hiv e infezioni sessualmente trasmissibili. I ragazzi che oggi stanno a casa, torneranno a uscire, a innamorarsi e a riprendersi la propria vita affettiva e sessuale: il nostro obiettivo è molto semplice, fornire le informazioni necessarie perché siano consapevoli dei rischi connessi ai rapporti sessuali, evitando quindi nuove infezioni”.

Tutti gli insegnanti interessati possono contattarci via email scrivendo a scuola@lilacagliari.it per avere informazioni dettagliate. Il progetto prevede la somministrazione di un questionario anonimo, online, agli studenti per capire qual è il livello di conoscenza e la percezione del rischio. Successivamente l’équipe Scuola di Lila Cagliari prepara un webinar adeguando i contenuti ai risultati emersi dal questionario. Durante gli incontri gli esperti Lila sono disponibili per rispondere – anche in anonimato – alle domande dei più giovani.

“Lo stop alle lezioni e anche al nostro progetto nella scuola è stato uno stimolo per innovare con gli strumenti che abbiamo a disposizione – ha aggiunto Brunella Mocci – e vogliamo essere al fianco degli insegnanti in questo complicato momento per offrire agli studenti un incontro di prevenzione che coinvolge la sfera dell’affettività e della sessualità”.

Dall’avvio delle restrizioni delle autorità, Lila Cagliari ha sospeso tutti i servizi offerti “in presenza”: test rapidi, colloqui in sede e visite in ospedale. Il centralino telefonico 3475565300 e l’assistenza via mail e chat sono rimasti attivi e operativi, senza riduzioni di orari.

Commenti

commenti

Autore: OndeCorte

Condividi su