Tuteliamo i minori non accompagnati

[Redazione]

L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza con il supporto di EASO in Italia lavorerà’ per potenziare il sistema di protezione per i minori non accompagnati. Aperto il bando per diventare tutore volontario per minori stranieri non accompagnati.
. Alla fine di luglio 2017, lo European Asylum Support Office (EASO) e le Autorità italiane hanno firmato un emendamento all’Operating Plan per l’Italia. EASO ha iniziato a cooperare con l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza per implementare una nuova misura di supporto riguardante il sistema di tutela volontaria per minori stranieri non accompagnati.

L’Italia è uno dei principali paesi europei di arrivo di minori non accompagnati. Nei primi sette mesi del 2017, attraverso la rotta del Mediterraneo centrale, ne sono giunti più di 12 500, mentre nel 2016 il numero complessivo di nuovi arrivi ammontava a quasi 26 000. Per affrontare i bisogni specifici di queste persone particolarmente vulnerabili e agire sempre secondo il principio del superiore interesse dei minori in tutte le procedure che li riguardano, ivi incluse quelle legate al sistema di accoglienza e di asilo, a maggio 2017 è entrata in vigore una nuova legge (47/2017) contenente “Disposizioni in materia di misure di protezione dei minori stranieri non accompagnati”. Una delle novità principali di questo testo normativo è sicuramente l’introduzione della possibilità per privati cittadini, precedentemente selezionati e adeguatamente formati, di diventare tutori volontari.

EASO lavorerà, quindi, insieme all’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza per rafforzare l’implementazione di queste misure di protezione per i minori non accompagnati. Le aree di cooperazione includeranno una campagna nazionale di sensibilizzazione mirata all’individuazione di tutori volontari, e il supporto nella selezione e formazione nelle regioni di competenza. È ugualmente previsto lo sviluppo di strumenti pratici e un’attività di assistenza e consulenza. Infine faranno parte di questa cooperazione azioni mirate allo scambio di buone pratiche.

L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza è un’istituzione indipendente stabilita dalla legge 112/2011 con l’obiettivo di proteggere e promuovere i diritti dei minori. Ai sensi della legge 47/2017, l’Autorità ha il compito di selezionare e formare i tutori volontari nelle regioni dove non è stato nominato un garante regionale.
Il supporto che EASO garantisce alle Autorità italiane è previsto e regolato dall’Operating Plan 2017 per l’Italia, che include supporto alla procedure di Relocation e ricongiungimento familiare nell’ambito del Regolamento Dublino (attraverso la pre-identificazione, l’informativa, la registrazione e la presa in carico dei casi Dublino) e attività relative alla raccolta di informazioni sui paesi di origine.

A questo link il bando per la selezione di tutori volontari nelle regioni ToscanaSardegnaAbruzzoMolise. Le candidature vanno presentate, utilizzando l’apposito modulo di domanda all’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, all’indirizzo email tutorivolontari@garanteinfanzia.org. Per maggiori informazioni si può contattare il numero 06.3692302.

Si ricercano privati cittadini in possesso dei requisiti di legge (articolo 1 dell’avviso pubblico) disponibili ad esercitare la rappresentanza legale di ogni minore arrivato in Italia senza adulti di riferimento e aver cura che vengano tutelati i suoi interessi, ascoltati i suoi bisogni, coltivate le sue potenzialità e garantita la sua salute senza la presa in carico domiciliare ed economica. Gli aspiranti tutori volontari seguiranno un corso di formazione di 24/30 ore sulle specificità del loro ruolo (link a moduli formativi) e verranno inseriti nell’elenco che verrà istituito presso il tribunale per i minorenni competente della regione di residenza o domicilio. Da questo elenco il giudice selezionerà un tutore volontario per ogni minore.

In vista della prima edizione del corso di formazione, di cui al presente avviso pubblico, si invitano gli interessati a far pervenire la domanda di partecipazione preferibilmente entro il 30 settembre 2017. L’avvio del corso sarà notificato mediante pubblicazione nel sito istituzionale dell’Autorità garante dove verranno indicate le date e luoghi in cui si svolgeranno i corsi in ognuna delle quattro regioni interessate e ai quali saranno invitati a partecipare gli aspiranti tutori volontari selezionati. Le domande pervenute successivamente sono tenute in considerazione per l’avvio di successive edizioni del corso di formazione, secondo il calendario da definirsi di cui si darà notizia mediante avviso sul sito dell’Autorità garante.

Link utili:

Italian Ombudsperson for Children and Adolescents EASO

EASO’s Operating plan to Italy – Amendment No.1 (2017) EN

EASO Operating Plan to Italy (2017) EN

Per ottenere maggiori informazioni, rivolgersi a: Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, segreteria@garanteinfanzia.org (Facebook e Twitter @aginfanzia) EASO, Mr. Jean-Pierre Schembri: jean- pierre.schembri@easo.europa.eu (Facebook e Twitter @EASO)

Commenti

commenti

Autore: OndeCorte

Condividi su